MICHELE D’ASCENZO

<- torna ai concerti

10 gennaio 2020

Beethoven Sonata op. 53
Schubert Sonata n. 16, D.845

Michele D’Ascenzo si è diplomato con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore sotto la guida di Elena Matteucci presso il Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila, dove ha altresì studiato composizione con Alessandro Cusatelli. Ha attinto alle esperienze artistiche di Vincenzo Balzani, Grigory Gruzman, Pierre Réach, Lya de Barberiis, etc. partecipando alle loro masterclasses. Attualmente studia con Vsevolod Dvorkin all’Accademia del Talento di Desio e frequenta regolarmente le lezioni in Italia di Natalia Trull (Conservatorio Tchaikovsky di Mosca).

È vincitore di diversi premi in concorsi pianistici internazionali: primo premio al 26° Moncalieri European Music Competition di Torino, primo premio al 7° Concorso Internazionale “Città di Filadelfia”, secondo premio al 2° Barlassina International Young Talents Competition, terzo premio al 1° Concorso Pianistico Internazionale Kreisleriana di Monza, etc. Ha suonato come solista con l’Orchestra Classica di Alessandria, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e la West Bohemian Symphony Orchestra, collaborando con numerosi direttori, tra cui Sergei Kalyanov, Martin Peschík, Andrea Oddone, Stefano Nigro, etc.

Svolge un’intensa attività concertistica che lo vede tenere recitals e concerti per importanti Istituzioni e Festivals in Italia (Istituzione Sinfonica Abruzzese, Società dei Concerti Barattelli di L’Aquila, Festival Pianistico Internazionale Liszt di Roma, Monferrato Classic Festival, Piano Talents Festival Milano, Festival Internazionale di Mezza Estate di Tagliacozzo, Settimana Mozartiana Chieti, etc.), Repubblica Ceca (Prague Summer Music Festival, Senato della Repubblica Ceca), Austria (Vienna International Young Pianists Festival), Lituania (The Roads of Europe International Music Festival Vilnius) e a San Marino. Le sue performances ottengono sempre entusiastici consensi di pubblico e richiamano l’attenzione della critica, che lo ha specialmente apprezzato per il «grande virtuosismo» (Lidija Veličkaitė, Lietuvos Aidas) e per i suoi «riflessivi spunti musicali, che hanno confermato le sue profonde intenzioni interpretative» (Anna Maria Bruno, Il Monferrato).

Nel 2016 suona per le Agenzie delle Nazioni Unite a Roma, mentre nel 2017 tiene un recital per l’Ambasciata Russa in Italia e si esibisce presso la Sala Grande del Senato della Repubblica Ceca (Palazzo Waldstein, Praga).

Dal 2016 è responsabile, insieme ai pianisti Danilo Mascetti e Noemí Teruel Serrano, del progetto artistico di Arte Solidale Festival, un festival di concerti di beneficienza che si svolge nelle ville più prestigiose del Lago di Como.

Nel 2016 si è classificato al 3° posto (ex-aequo) al 1° Concorso Pianistico Internazionale “Kreisleriana”.